LuxuryFood per il Natale 2017 : oro e diamanti sul panettone di Dario Hartvig.

 

Questo Natale sono sicuramente limitededition i panettoni prodotti da Dario Hartvig. Si tratta dei classico dolce natalizio italiano, con impasto tradizionale: zucchero, farina, latte, lievito madre, zucchero e uova; tuttavia l’aggiunta di zafferano e di un cru di pregiato cioccolato Equadoreño e scaglie di oro all’interno fanno si che già si tratti un prodotto artigianale di elevata qualita per gli ingredienti utlizzati.

Ma i due commissionati adHartvig da un oligarca russo e da un milionario indiano saranno ricoperti da una foglia d’oro22 carati e impreziositi da diamanti, e verranno confezionati in due ‘modelli’: quello che andrà in Russia sarà una copia del precedente realizzato nel 2013 e avrà alla base una sorta di fascia formata da bracciali tipo tennisdi diamanti inviati appositamente dal cliente . C’e stato uno studio durato più di un anno per realizzare l’altro panettone, che invece viaggerà verso l’India e sarà il dono di nozze di un facoltoso imprenditore indiano alla nipote. La sposa, infatti, oltre ad avere studiato in Italia è innamorata del made in italy e del cibo italiano. Il panettone, del peso di circa 5 kg, oltre ad essere ricoperto in oroporteràadagiata una tiara in oro e diamanticreata dal brand Crieri di Valenza Po, del valore di oltre 500 mila Euro (rispettando la privacy richiesta, dall’azienda orafa non possono dichiarare il valore esatto del gioiello).

Dice Dario Hartvig: ”Ho sempre lavorato nel settore del lusso, occupandomi spesso di catering per cene o feste a bordo di yacht. Questo doppio ordinativo quindi è stato frutto di un passaparola nell’ambiente. In realtà, nel 2013 avevo già ricevuto la stessa commessa dal medesimo cliente russo, che già allora per adornare il panettone mi aveva inviato diamanti per ottantamila euro. Sono felice di questa conferma di fiducia nel mio lavoro, basato sempre sulla selezione e sull’utilizzo di ingredienti di altissima qualità e sull’attenzione posta nelle tecniche di lavorazione”. E proprio l’apprezzamento del suo lavoro ha portato prima Hartvig a presentare le sue creazioni di alta pasticceria italiana quale ‘ospite’ di Casa Russia alle Olimpiadi Invernali di Sochi nel 2014,e ad essere riconfermato con lo stesso ruolo in occasione dei Giochi Olimpici del prossimo febbraio in Corea.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *