Tornano I Giorni della Sete Dal 27 al 29 luglio Crema (CR) sarà capitale della birra artigianale

 

Seconda edizione alle porte per I Giorni della Sete, festival dedicato al mondo della birra artigianale e alla filosofia che caratterizza il lavoro dei sempre più numerosi produttori indipendenti della regina delle bevande. L’appuntamento è da venerdì 27 a domenica 29 luglio a Crema (CR), nella cornice dell’agriturismo Le Garzide (via Cantoni 7). 
In vetrina, oltre ad una pregiata selezione di etichette italiane e straniere, ci sarà proprio la cultura dei veri brewers: I Giorni della Sete racconteranno un mondo fatto di materie prime di qualità, di passione per il lavoro manuale e di spirito imprenditoriale.
Ma il festival sarà anche occasione per provare a diffondere un modo diverso di approcciarsi al bere, in una visione etica e responsabile che promuova la qualità piuttosto che la quantità, nel rispetto dei limiti e nella celebrazione dello stare insieme.
Valori che troveranno ampio spazio durante l’evento speciale di domenica 29 luglio, quando nel pomeriggio sarà organizzata una “cotta” pubblica che coinvolgerà diversi home-brewer della zona: passo dopo passo, i partecipanti potranno confrontarsi e imparare i rispettivi segreti per realizzare una birra artigianale a regola d’arte. Completeranno la proposta del festival una selezione di stand di street food, un wine corner, musica dal vivo e gonfiabili per bambini.

Birre locali e ospiti internazionali

A fare gli onori di casa saranno le produzioni del Birrificio Agricolo Cremasco, al quale si affiancheranno quattro birrifici italiani, un birrificio belga e un distributore. Ampio spazio sarà dato alle realtà locali: oltre alla birra made in Crema, il festival accoglierà infatti il produttore cremonese Carlo Fiorani(http://carloeugeniofiorani.it/birra/), lo storico birrificio piacentino La Buttiga(http://www.labuttiga.it), il birrificio Curtense (http://curtense.it) della Franciacorta e il micro-birrificio milanese Picobrew (http://www.picobrew.it). A questi si affiancherà Frimid Ale (http://frimidale.com), distributore bergamasco di birre artigianali di primissima fascia. Infine l’ospite d’onore: dal Belgio arriverà En Stoemelings(http://enstoemelings.be), giovane birrificio di Bruxelles che reinterpreta gli stili classici di una delle patrie mondiali  della birra di qualità.
Ogni produttore allestirà il proprio stand nell’ampio giardino de Le Garzide, spillando il meglio della propria produzione. L’intero evento funzionerà tramite l’utilizzo di gettoni, da cambiare presso un’apposita cassa: un gettone varrà un euro e si potranno acquistare i soli gettoni necessari alla consumazione desiderata. Gli stand dei birrifici forniranno direttamente i bicchieri di plastica.


Non solo birra: dallo street food al wine corner

Se di birra artigianale ce ne sarà per tutti i gusti, I Giorni della Sete offriranno comunque delle alternative: SaporiDivini (https://sapori-divini.business.site) allestirà un wine-corner per gli amanti del vino, mentre non mancheranno naturalmente le bibite analcoliche. A quietare i brontolii dello stomaco provvederanno invece il Basulon (https://www.basulon.com), food truck di Codogno specializzato in hamburger e panini, e la Piada (https://www.piadacrema.it), i signori cremaschi della piadina romagnola.


Concerti e gonfiabili

Bere, mangiare e… divertimento. Ad accompagnare le degustazioni, tutte le sere, ci sarà innanzitutto la musica. Venerdì 27 luglio si ballerà con la selezione di dischi del dj Garbo Dieghelli. Sabato 28 luglio riflettori puntati su Nevruz, già protagonista del talent show X Factor, con il dj set di Aimar Cabello a fare da contorno. Domenica 29 luglio chiusura affidata al dj Henry e al rock’n roll dei cremaschi The Nuclears.
I più piccoli potranno invece divertirsi nell’area giochi allestita per l’occasione, con tanto di gonfiabili: un servizio che lo scorso anno fu molto apprezzato dai genitori e che rende I Giorni della Sete un evento a misura di famiglia.


L’evento speciale: a lezione dal maestro

Domenica 29 luglio l’appuntamento con I Giorni della Sete inizierà con qualche ora di anticipo rispetto al tramonto: dalle 16, infatti, appassionati e curiosi potranno partecipare alla preparazione collettiva di una birra artigianale, la cosiddetta “cotta”. Coordinati dall’home-brewer Michele Degli Agosti, gli interessati avranno l’occasione di scoprire trucchi e segreti che portano alla nascita di una birra. La partecipazione è gratuita, previa comunicazione via mail all’indirizzo micheledegliagosti@gmail.com.